Ippica: tutto quello che c’è da sapere su La Milano San Siro Jumping Cup

Ippica: tutto quello che c’è da sapere su La Milano San Siro Jumping Cup

Tra il 9 e l’11 luglio 2021 l’ippodromo di San Siro ha ospitato per la prima volta un evento dedicato alla disciplina del salto ostacoli. La manifestazione ha rappresentato un passo importante di quel processo di trasformazione che sta interessando il mitico impianto dell’ippica milanese in questo periodo e che lo porterà ad essere un luogo in grado di ospitare eventi di ogni tipo. Ma cerchiamo di conoscere meglio questa Milano San Siro Jumping Cup.

Date, premi e vincitori: tutto sulla Milano San Siro Jumping Cup

Per tre giorni San Siro ha ospitato il concorso che ha coinvolto circa trecento cavalli, con partecipanti suddivisi in tre categorie valide per la Longines FEI Ranking. Al centro della pista dell’ippodromo sono stati allestiti un campo di gara in erba dalle dimensioni di 100 metri per 70 metri ed un campo di prova di dimensioni un po’ più contenute. Nelle tre giornate della Milano San Siro Jumping Cup si sono susseguiti quindici premi: la chiusura è stata riservata al Grand Prix Snaitech. Vediamo i premi ed i relativi vincitori.

Prima giornata (venerdì 9 luglio)

  • Premio 1 iZilove, categoria a tempo, h 1,20 m, montepremi 1.500 euro, vinto da Viola Cuppini su Elias;
  • Premio 2 Cavallo Magazine, categoria a tempo, h 1,30 m, montepremi 2.500 euro, vinto da Elisa Chimirri su Concardo;
  • Premio 3 Fondazione Francesca Rava, categoria a due fasi, h 1,35 m, montepremi 3.000 euro, vinto da Bruno Chimirri su Samara;
  • Premio 4 Safe Riding, categoria a tempo, h 1,40 m, montepremi 4.000 euro, vinto da Guy George D’Oriola su Adiamood de l’Abbaye;
  • Premio 5 EY, categoria a tempo, h 1,45 m, montepremi 26.000 euro, vinto da Roberto Arioldi su Chiclone.

Seconda giornata (sabato 10 luglio)

  • Premio 6CNA, categoria a due fasi, h 1,20 m, montepremi 1.500 euro, vinto da Alessia Zufrinali su Nitrit;
  • Premio 7Fondazione Costruiamo il Futuro, categoria a due fasi, h 1,30 m, montepremi 2.000 euro, vinto da Giulio Carpigiani su Bucaramanga;
  • Premio 8Med Store, categoria a tempo, h 1,35 m, montepremi 5.000 euro, vinto da Gianni Govoni su Lucaine;
  • Premio 9Var Group – Fondazione Sesa, categoria a tempo più barrage, h 1,40 m, montepremi 11.000 euro, vinto da Antonio Maria Garofalo su Hope van de Horthoeve;
  • Premio 10 Infront, categoria a due fasi, h 1,45 m, montepremi 26.000 euro, vinto da Marco Pellegrino su Vick du Croisy.

Terza giornata (domenica 11 luglio)

  • Premio 11Special Olympics Italia, categoria a tempo più barrage, h 1,20 m, montepremi 2.500 euro, vinto da Giulio Carpigiani su Athinia;
  • Premio 12 Fastweb – Dynamo Cup, categoria a tempo, h 1,30 m, montepremi 3.000 euro, vinto da Clarissa Crotta su Vincent 168;
  • Premio 13 Kep Italia, categoria accumulator, h 1,35 m, montepremi 4.500 euro, vinto da Jorne Sprehe su Solero 79;
  • Premio 14 Trofeo Lombardia, categoria a due fasi, h 1,40 m, montepremi 6.000 euro, vinto da Antonio Maria Garofalo su Presley Degli Assi;
  • Premio 15 Grand Prix Snaitech, categoria a due manche, h 1,50 m, montepremi 52.000 euro, vinto da Carla Cimolai su Berlino Z.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *