Il Sistema della Martingala nelle scommesse sportive

Esistono molti metodi per ottenere buoni risultati nelle scommesse online. Sin dalle sue origini è stato considerato uno dei sistemi di vincita più sicuri e con più profitto. Beh, sicuramente è tra le strategie più popolari e, ancora oggi, è usato nella maggior parte dei giochi, come la roulette e appunto le scommesse.

Se, però, non viene usato secondo le regole, il sistema Martingala potrebbe rivelarsi un fallimento e, di conseguenza, portare delle perdite. Vediamo, dunque, come funziona il sistema e come vincere alle scommesse sportive.

Cos’è il sistema Martingala e come funziona

Il Martingala, chiamato anche metodo del Progressivo al raddoppio, è molto semplice da usare e non consiste in delle regole matematiche molto complicate. Il nome deriva dal un processo stocastico usato nelle teorie della probabilità usate in matematica. Il termine che indica questo sistema viene utilizzato anche nel mondo del trading e in finanza. Questo perché il sistema Martingala si basa su un semplice concetto matematico: ovvero raddoppiare la puntata successiva ogni volta che si perde una giocata.

I francesi utilizzavano questo sistema quando scommettevano giocando a testa o croce, per aumentare le possibilità di vincita. Sulla provenienza del nome ci sono diverse teorie: secondo alcuni l’etimologia del termine Martingala deriva dal mondo dell’equitazione. Infatti, la martingala è una specie di filo che viene usato per impedire che il cavallo alzi la testa, durante la corsa, e si impenni. Il termine poi fu usato in tutti gli altri sport per indicare il metodo Martingala come quello che impedisce allo scommettitore di subire “un’impennata” delle perdite.

Secondo altri, invece, il termine dovrebbe derivare da un magnate dei casinò di nome John Henry Martingale. Presso il suo casinò di Londra, Martingale cercava sempre di incoraggiare i suoi clienti a raddoppiare le proprie scommesse. Dopo 100 anni, nel 1891, il sistema fu usato ancora da Charles Wells, il quale, giocando per soli tre giorni al casinò di Monte Carlo, riuscì a far saltare il banco. Puntando, inizialmente, 3500 franchi è riuscito a farne perdere al banco 880 mila.

Il Martingala applicato alla roulette

Il sistema viene usato quando si gioca con i numeri bassi, che vanno dall’1 all’8 (Maque), oppure con i numeri dal 19 al 36 (Passe). Queste vengono chiamate puntate esterne, in quanto si punta le fiches vengono posizionate esternamente ai numeri scelti.  In questo caso la probabilità di vincita è più alta rispetto alle puntate interne. Il sistema Martingala, nonostante sia più rischioso di altri, è anche il più vantaggioso, allo stesso tempo.

Infatti, con questo metodo, non dovrai far altro che raddoppiare la tua puntata dopo ogni scommessa persa, fin quando non riuscirai a vincere. Alla fine, l’ultima puntata, quella con cui vincerai, oltre a farti vincere, ti farà anche recuperare tutto ciò che avevi perso.

La tecnica da usare per vincere con il sistema Martingala

Il Sistema Martingala, dunque, è un metodo di gioco che si basa sul semplice concetto matematico delle combinazioni semplici. Ovvero può essere usato solo quando si scommette a giochi che prevedono solo due opzioni, come testa o croce, oppure pari o dispari, rosso o nero (nel caso della roulette). La tecnica di gioco prevede di scegliere uno dei due esiti e di continuare a puntare sempre sullo stesso, ovviamente raddoppiando la puntata ogni volta che si perde una scommessa. Se si segue questa tecnica alla prima vincita si potranno recuperare tutti i soldi perduti.

Dopo la prima vittoria si ricomincia da capo, puntando una quota minima su una delle due opzioni: preferibilmente su quella che non abbiamo scelto in precedenza. Quindi se all’inizio la scelta era quella di puntare sul rosso, dopo la vincita dovrai puntare, invece, sul nero per avere maggiori probabilità di vincere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *