Ippica e riforma dello sport: ecco le ultime novità

Ippica e riforma dello sport: ecco le ultime novità

Dal 24 novembre sono state approvate le novità per quanto riguarda la riforma dello sport che mira alla ripresa delle attività sportive. In questo momento di pandemia è importante che ci sia una nuova identità sportiva per recuperare un settore molto in difficoltà.

Attorno allo sport non ci sono solo le finanze che riguardano gli sponsor, ma anche le scommesse, gli appalti di manutenzione e via dicendo. Quindi è fondamentale che esso riprenda, anche perché attualmente sono bloccate anche le piccole realtà sportive.

In totale, la riforma dello sport e dell’ippica, riguarda ben 5 decreti che sono stati suddivisi in modo da poter avere poi una piena soddisfazione da diversi settori.

I primi 5 decreti

Nei decreti che sono stati approvati ci sono sia i supporti e le regole per gli atleti che per quanto riguarda gli impianti sportivi. I decreti dichiarano che nell’ordine ci sono:

  • Misure di ordinamento sportivo
  • Discipline sia dilettantistiche e professionistiche
  • Rapporto di rappresentanza degli agenti sportivi
  • Normative di ammodernamento e costruzione degli impianti sportivi
  • Adempimenti di organismi sportivi e sicurezza degli ambienti

Naturalmente sono eccessivamente vaghi, ma ogni settore sportivo, compreso l’ippica, si deve adoperare per rispettare queste richieste.

Nel settore ippico ci sarà comunque un supporto per poter riprendere al più presto le diverse competizioni.

Novità su ippica e sullo sport in generale

Per il settore dell’ippica ci sono molte “ombre” che non sono state chiarite con i decreti emanati.

Purtroppo, a livello logistico, vediamo che molte scuderie non potrebbero tenere fede a tali richieste. Il problema di gestire gli spazi, poiché gli ippodromi hanno spazi selezionati, ma ridotti all’osso. La situazione dei fantini e anche degli impianti.

Diciamo che il problema principale sarebbe quello di dover garantire un totale isolamento delle squadre che poi non potrebbero riuscire a gareggiare. Questo vuol dire che occorrerà diminuire la presenza dei cavalli in corsa.

Proprio per questo la lega ippica ha detto di “no” ai decreti che devono essere comunque migliorati.

Pro e contro per lo sport nel prossimo 2021

Già abbiamo parlato che ci sono effettivamente dei contro, come le diverse situazioni a livello organizzativo che andranno contro agli sport che sono tra i più seguiti.

I vantaggi proposti dai nuovi decreti sono quelli di poter garantire una ripresa piena delle competizioni. Tuttavia vediamo che ci sono dei problemi di organizzazione dei calendari. In base alle decisioni emanate si rende necessario fare un calendario che potrebbe essere piuttosto complesso.

Ovviamente nel 2021 sapremmo esattamente come reagirà il mondo dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *